Logo

Tamburelli del Gruppo Folk Aulos


SHIBBOLETH
Canti & cunti


Gruppo Teatro Tempo





































































































































Canti Siciliani: Testi

Sicilia, Sicilia
(Sicilia, Sicilia)

Testo Originale
Traduzione letterale

Li furisteri ca 'nSicilia sunnu
la guardanu ccu granni meraviglia,
dicinu ca nun c'è na tuttu u munnu
'nisula ca la nostra s'assumiglia.

La conca d'oru è chidda ca straluci
supra la nivi mungibbeddu ridi,
spanni lu faru la so janca luci
l'Anapu scurri 'mezzu a li papiri.

Sicilia Sicilia canta la pasturedda
Sicilia Sicilia jocca la funtanedda
l'aria e lu suli inchinu l'arma di puisia,
Sicilia Sicilia tu si la terra mia.

L'aceddi pipitianu a matinata
tra zagari d'aranci e minnuliddi,
cu la vuccuzza duci e 'nzuccarata,
cantanu comu parlanu li ziti.

Lu suli spunta e tutta la campagna
d'oru zecchinu pari arracamata
li picureddi supra la muntagna
rusicanu l'irbuzza 'mbarsamata

Sicilia Sicilia canta la pasturedda
Sicilia Sicilia jocca la funtanedda
l'aria e lu suli inchinu l'arma di puisia,
Sicilia Sicilia tu si la terra mia.
I forestieri che in Sicilia sono
la guardano con grande meraviglia,
dicono che non c' è in tutto il mondo
un'isola che alla nostra si somiglia.

La conca d'oro è quella che illumina,
sopra la neve il monte Etna ride,
sparge il faro la sua bianca luce
l'Anapo scorre in mezzo ai papiri.

Sicilia, Sicilia canta la pastorella,
Sicilia, Sicilia gioca la fontanella
l'aria e il sole riempiono l'anima di poesia,
Sicilia, Sicilia tu si la terra mia.

Gli uccelli cinguettano il mattino
tra zagare d'aranci e mandorle,
con la boccuccia dolce e zuccherata,
cantano come parlano i fidanzati.

Il sole spunta e tutta la campagna
d'oro zecchino sembra ricamata
le pecorelle sopra la montagna
rosicchiano l'erbetta imbalsamata.

Sicilia, Sicilia canta la pastorella,
Sicilia, Sicilia gioca la fontanella
l'aria e il sole riempiono l'anima di poesia,
Sicilia, Sicilia tu si la terra mia.