Logo

Tamburelli del Gruppo Folk Aulos


SHIBBOLETH
Canti & cunti


Gruppo Teatro Tempo





































































































































Canti Siciliani : Testi

Storia di Muratti
Raccolta Favara canto n° 498


Testo Originale
Traduzione Letterale

E 'nta virdi e niuri panni,
e sulla frunti o pia.
Sti amurusi aculi,
bella Sicilia mia.

Gran sanguinusa spata,
e levami di st'affanni!
Tornu di novu a Napoli
D'Augustu e Firdinandu.
E l'assaltaturi chi fici lu dannu
Vaiu a la 'mprisa cu lu stessu sangu.

E giusta cara
e giusta cara fatalità.
E toi nai nai nella
e toi nanà.
'Nta du varchitti debuli
e li so trisori duna,
cu nu pocu di surdati
si etta a la fortuna.

'Nta li Calabri sbraccanu
cu arvuli e banneri:
" Viva Muratti!, gridanu
la genti sò guerrieri.

Chianci Pariggi, Francia e Tuluni,
morsi ribellu lu gran campiuni.
E l'alliata, e l'alliata supranità
e toi nai nai nella e toi nanà.

S'armaru già li populi
l'anfanteria a cavallu,
ognunu l'armi pigghianu
contra Muratti vannu.

E nei verdi e neri panni,
e sulla fronte o pia.
Questi amorosi "aculi",
bella Sicilia mia.

Gran sanguinosa spada,
e levami da questi affanni!
Torno di nuovo a Napoli
Da Augusto e Ferdinando.
E l'assalitore che ha fatto il danno
Vado all'impresa con lo stesso sangue.

E giusta cara
e giusta cara fatalità
E toi nai nai nella
e toi nanà.
In due barchette deboli
i suoi tesori dona,
con un poco di soldati
si getta a l'avventura.

Nella Calabria sbarcano
con le barche e le bandiere:
"Viva Muratti!, gridano
le genti suoi guerrieri.

Piange Parigi,Francia e Tolone,
è morto ribelle il gran campione.
E l'alleata, e l'alleata sovranità
e toi nai nai nella e toi nanà.

Si armarono già i popoli
la fanteria a cavallo
ognuno le armi presero
contro Muratti vanno.





Leggi lo spartito musicale originale

Highslide JS
Storia di Muratti.
Highslide JS
Storia di Muratti.