Logo

Tamburelli del Gruppo Folk Aulos


SHIBBOLETH
Canti & cunti


Gruppo Teatro Tempo





































































































































Canti Siciliani : Testi


Mafia e Parrini
(Mafia e preti)


Testo Originale
Traduzione letterale


Mafia e parrini,
si dettiru la manu,
poviru cittadinu
poviru paisanu

Mafia e parrini,
si déttiru la manu.
Mafia e parrini,
si déttiru la manu.

La mafia e li parrini
eterna sancisuca,
sidduni nni li spaddi
e corda chi nn’affuca.

Mafia e parrini,
si déttiru la manu.
Mafia e parrini,
si déttiru la manu.

Unu jsa la cruci,
l ’autru punta e spara.
Unu minaccia ‘nfernu
l ’autru la lupara.

Mafia e parrini,
si déttiru la manu.
Mafia e parrini,
si déttiru la manu.

Chi semu surdi e muti,
rumpemu sti catini
Sicilia voli gloria,
né mafia e né parrini.

Mafia e parrini,
si déttiru la manu.
Mafia e parrini
si déttiru la manu.
Mafia e preti,
si sono dati la mano,
povero cittadino
povero paesano.

Mafia e preti,
si sono dati la mano.
Mafia e preti,
si sono dati la mano.

La mafia e i preti
eterni sanguisuga,
sella nelle spalle
e corda che ci affoga.

Mafia e preti,
si sono dati la mano.
Mafia e preti,
si sono dati la mano.

Uno alza la croce,
l'altro punta e spara.
Uno minaccia l'inferno,
l'altro la lupara.

Mafia e preti,
si sono dati la mano.
Mafia e preti,
si sono dati la mano.

Che siamo sordi e muti,
rompiamo queste catene.
La Sicilia vuole gloria,
nè mafia nè preti.

Mafia e preti,
si sono dati la mano.
Mafia e preti,
si sono dati la mano.