Logo

Tamburelli del Gruppo Folk Aulos


SHIBBOLETH
Canti & cunti


Gruppo Teatro Tempo





































































































































Canti Siciliani : Testi


A cugghiuta de lumei
(La raccolta dei Limoni)

Testo originale
Traduzione Letterale

O pedi di lumia ca ti rivesti
di pampini odurusi e di pinnenti,
si lu tò fruttu abbunna cci su festi
e li travagghi sù divirtimenti.

Quanta ricchizza cc'è 'ntra sti cuntrati
quantu ci fu binigna la natura,
la zagra odura di 'nvernu e di stati
lu fruttu tuttu l'annu si matura.

Ricoti li lumii di primu ciuri,
cugghemu li jancuzzi e li virdeddi
e travagghiannu cantamu d'amuri,
sù ccà 'nsicilia li picciotti beddi.

La sicilianedda ch'è massara,
non cura li strapazzi di campagna,
brucia lu suli sta sutta la fara
e di l'acqua e lu ventu non si lagna
O albero di limone che ti rivesti
di foglie odorose e di frutti pendenti,
se i tuoi frutti abbondano c'è festa
ed il lavoro è un divertimento.

Quanta ricchezza c'è in queste contrade
quanto è stata benevola la natura,
la zagara odora d'inverno e d'estate
il frutto matura tutto l'anno.

Raccolta di limoni di prima fioritura,
raccogliamo i bianchetti e i verdelli
e lavorando cantiamo d'amore,
sono quà in Sicilia le belle ragazze.

La siciliana che è massaia,
non si cura delle fatiche di campagna,
brucia il sole e sta sotto l'afa
e dell'acqua e del vento non si lamenta

Leggi lo spartito musicale

Highslide JS
A cugghiuta de lumei.
Highslide JS
A cugghiuta de lumei.
Highslide JS
A cugghiuta de lumei.

Guarda il video


Il limone è una pianta rifiorente, con fiori dal profumo intenso e inebriante. Fondamentalmente distinguiamo tre fioriture:
la prima in marzo-maggio, con la produzione, da ottobre a febbraio, di limoni primofiore, molto succosi;
la seconda fioritura in giugno, con produzione a marzo di bianchetti, frutti di colore giallo chiaro;
la terza fioritura, ottenuta effettuando la c.d. "forzatura", in agosto-settembre, con produzione a giugno di verdelli, limoni molto verdi e poco succosi.
Gli agrumi sono originari dell'Asia Tropicale (Cina, Afganistan, Pachistan), dove la coltivazione ebbe inizio intorno al 2.400 a.C.

Si afferma che sono stati introdotti in Europa da Carlo Magno in seguito alle sue dominazioni che si spinsero fino a quelle zone.

Gli agrumi, dapprima diffusi come piante ornamentali per la loro caratteristica di essere sempre verdi, alla fine del secolo 18° incominciarono ad avere un vero mercato d'esportazione; ciò perché si scoprì che i succhi di limone e d'arancia rappresentavano un ottimo rimedio contro lo scorbuto (gengivite dovuta ad avitaminosi).