Logo

Tamburelli del Gruppo Folk Aulos


SHIBBOLETH
Canti & cunti


Gruppo Teatro Tempo





































































































































Canti Siciliani : Testi


Canto dei pescatori di corallo
Raccolta Favara-N°580


Testo Originale Traduzione

Ohè, Nicò, ohè, Nicò
Mitti curallu russu 'ncoppa'a bascul
ohè Nirà ohè Nirà
e viri comu assumma lu currà
ohè Nicò ohè Nicò
e sinni jamu 'ncoppa 'a sicca no
Utta cata ut, utta cata ut
e comu su belli i maccarrù
e issi issi è, e issi issi è
e viri comu assumma lu currà
e tirà, e tirà
e viri comu assumma 'u sciarabà
o tirà, o tirà
e viri comu assumma lu currà



"In alto mare, mentre i pescatori virano girando l'argano,cantano in cadenza col passo.
Questo canto è pure dei marinai corallieri di Napoli.
La scoperta dei banchi di corallo, esistenti nel mare di Sciacca,avvenuta in più riprese dal 1875 al 1880, unita ai minori banchi del mare di Trapani, provocò sul luogo una straordinaria affluenza di barche, molte delle quali provenienti da Napoli,dove già da tempo si praticava quella pesca e quell'industria.
Si venne così formando un gergo siculo-partenopeo,del quale è un esemplare il presente canto di lavoro" ( Rac.Favara )

Leggi lo spartito musicale

Highslide JS
Corallari.


Guarda il filmato