Logo

Tamburelli del Gruppo Folk Aulos


SHIBBOLETH
Canti & cunti


Gruppo Teatro Tempo





































































































































Sineri Ciccino



Sineri Ciccino - Attore ( Catania ) 1912 ). Figlio di <<pupari>> ( il nonno materno gestiva un teatro di marionette dove tra gli interpreti della farsa finale spesso, travestito da donna, recitava un giovanissimo Angelo Musco ), esordì a 13 anni all'arena Sicania ( in piazza castello Ursino ) accanto a Michele Insanguine.

Entrato a far parte ( con la moglie, l'attrice Sara Micalizzi ) della compagnia di Giovanni Grasso junior e Virginia Balistrieri con il ruolo di attor giovane, fondò qualche anno dopo una sua compagnia con la quale ha recitato i classici siciliani e un nutrito repertorio di <<sceneggiate>>, di cui è anche autore.

In Tv ha lavorato nel Mastro don Gesualdo (1964), regia di Giacomo Vaccari; ne Il mondo di Pirandello (1967) di Luigi Filippo D'amico e nel Don Giovanni in Sicilia (1976) di Silvestro Blasi.

Ha fatto parte del teatro Stabile di Catania e in seguito del Rosina Anselmi dove ha anche curato la regia di molti lavori. Autore di commedie leggere, ha diretto con efficacia opere teatrali di un certo impegno di cui è stato anche protagonista ( I mafiusi della vicarìa di Palermo di Rizzotto e Mosca; I Navarra di Vanni Pucci e Feudalesmo di Angelo Guimerà ).

Tra i film interpretati, Questa è la vita (1954) di Giorgio Pastina, con Totò; L'onorata famiglia (1972), di Tonino Ricci; Mio Dio come sono caduta in basso! (1974) di Mario Comencini; Turi e i paladini (1979) di Angelo D'alessandro, parzialmente girati a Catania.

Il 15 giugno 1986 l'associazione culturale <<I siculi-Azeta>> gli ha conferito il premio <<Una vita per il teatro siciliano>>.
Enc. di Ct Tringale editore 1987