Logo

Tamburelli del Gruppo Folk Aulos


SHIBBOLETH
Canti & cunti


Gruppo Teatro Tempo





































































































































Canti Siciliani: Testi


U surfararu
(Lo zolfataio)


Testo Originale
Traduzione letterale

Varda chi  vita fa lu surfararu,
ca notti e jornu va a calà a lu scuru,
si metti a scippari suffru cu ì mani
dintra ddu locu amaru, nudu e sulu.

Li sudura cci culunu a funtani,
si fa lu cuntu e lu cuntu nun veni,
li figli ca cci chiancinu di fami
e iddu dispiratu è sempri 'mpeni.
Guarda che vita fa lo zolfataio,
che giorno e notte va a calarsi nel buio,
si mette a cavar con forza lo zolfo con le mani
dentro quel luogo amaro, nudo e solo.

Il sudore gli cola a fontane,
si fa il conto e il conto non viene,
i figli che gli piangono per fame
e lui disperato è sempre in pena.