Logo




SHIBBOLETH
Per un pugno di ceci




























































































































Canti Siciliani : Testi



Liu-là


Testo Originale
Traduzione Letterale

Pirchì ccu ss'occhi pari ca mi mangi
e tuttu beddu esattu m'addipingi
m i teni dintra l'acqua di l'arangi (1)
ca m'ammaraggia mi tira e mi spingi

Bedda p'amari a tia 'stu cori chianci
sinceramenti senza ca si fingi
e tannu scappa di sti forti ganci
quannu d'amari a mia tu ti cunvingi

Pirchì quannu m'incontri ti stracangi
e di non mi vidiri sparti fingi
pirchì bidduzza pinseri non cangi
prima ca a'na pazzia mi custringi

Bedda p'amari a tia 'stu cori chianci
sinceramenti senza ca si fingi
e tannu scappa di sti forti ganci
quannu d'amari a mia tu ti cunvingi
Perchè mi divori con i tuoi occhi
come se volessi farmi il ritratto
mi tieni dentro l'acqua dei granchi (1)
creandomi turbamenti e capogiri

Bella per amare te questo cuore piange
sinceramente senza nessuna finzione
e si libererà di queste catene
quando ti convincerai di amarmi

Perchè quando mi incontri cambi espressione
e di non vedermi per giunta fingi
perchè o bella pensiero non cambi
prima che ad una pazzia mi costringi

Bella per amare te questo cuore piange
sinceramente senza nessuna finzione
e si libererà di queste catene
quando ti convincerai di amarmi

Note:
(1) Arangi : granchi di mare. Stare dentro l'acqua dei granchi (arangi) era un modo
di dire, in uso a Catania per affermare che si vive in mezzo alle tribolazioni

Leggi lo spartito musicale


Highslide JS
LiulÓ.
Highslide JS
LiulÓ.
Highslide JS
LiulÓ.

Highslide JS
LiulÓ.
Highslide JS
LiulÓ.


Guarda il video